Dipartimento di Eccellenza MIUR

Dipartimento di Psicologia premiato dal fondo per i dipartimenti eccellenti previsto dalla legge di Bilancio 2017.

Dipartimento di Eccellenza MIUR

Il Dipartimento di Psicologia è stato riconosciuto tra i Dipartimenti di Eccellenza italiani e ha ricevuto un finanziamento straordinario del Ministero dell’Istruzione e dell’Università di 6.750.000 € per un progetto di sviluppo quinquennale che è risultato tra i 180 vincitori a livello nazionale.

Il Dipartimento di Psicologia, ha messo a punto un progetto di sviluppo diretto a promuovere l'eccellenza e l'internazionalizzazione delle attività di ricerca richiamando ricercatori e studenti altamente qualificati da ogni parte del mondo, al fine di configurarsi in modo sempre più consistente come un'istituzione di ricerca e didattica e terza missione orientata al futuro, in grado di promuovere il trasferimento della conoscenza e favorire lo sviluppo sociale, culturale e il benessere della popolazione.

Obiettivi

Il programma di sviluppo prevede diversi obiettivi con il fine di aumentare la qualità delle attività del Dipartimento.

Nello specifico:

  1. aumentare la produttività scientifica internazionale di elevato impatto;
  2. potenziare la capacità di attrarre finanziamenti competitivi nazionali e internazionali;
  3. potenziare la collaborazione intra- e interdisciplinare;
  4. potenziare l'attrattività e la dimensione internazionale della formazione di elevata qualificazione;
  5. potenziare la capacità di collaborare con università e centri di ricerca internazionali;
  6. potenziare la cooperazione con il tessuto produttivo, economico, culturale e sociale del territorio.

Per raggiungere gli obiettivi di qualità il Dipartimento di Psicologia promuove programmi di ricerca che raccolgono le sfide del momento storico attuale, caratterizzato da trasformazioni di carattere sociale per i continui flussi migratori ed il carattere multicuturale del suo assetto, trasformazioni tecnologiche che influenzano gli stili di vita, dalle pratiche educative fino alle relazioni interpersonali ed organizzative del mondo produttivo, e trasformazioni demografiche per l’incremento della longevità e preponderanza di malattie cronico-degenerative, che richiedono cambiamenti personali e sociali nelle diverse fasi di vita. Queste sfide societarie sono in linea le competenze scientifiche dei ricercatori del Dipartimento e si allineano con le priorità strategiche del programma Horizon 2020,SC1, Health, Demographic Change and Wellbeing e SC6, Europe in a Changing World - inclusive, innovative and reflective societie, del PNR 2015-2020 (area 10 Salute e area 11 Smart, Secure and Inclusive Communities), e dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite (Goals: 3. Good Health and Well-Being, 4. Quality Education, 10. Reduced Inequalities). Su queste aree tematiche i programmi di ricerca del Dipartimento di Psicologia intendono apportare conoscenze innovative di base e applicative.

Azioni e tempi

Reclutamento (2019-2020)

4 ricercatori 1 RTDB M-PSI/02, 1 RTDB M-PSI/04, 1 RTDB M-PSI/05, 1 PA M-PSI/08, con lo scopo di valorizzare i settori che si collocano ai livelli più elevati nelle classifiche nazionali della ricerca (VQR) e potenziare gli ambiti strategici della ricerca del Dipartimento. 1 unità di personale con profilo amministrativo gestionale a supporto alla ricerca, per facilitare le procedure di accesso ai finanziamenti da bandi competitivi e il partenariato con istituti nazionali e internazionali. 
Reclutamento di ulteriori risorse umane: 2 nuovi posti di RTDB e 2 scorrimenti da RTDB a PA nel biennio 2018-19 (punti organico 2016 e 2017). Si prevede inoltre di impiegare nuovi dottorandi e assegnisti (su budget di Ateneo, di Dipartimento e autofinanziati) (2018-2022).


Sviluppo e potenziamento delle infrastrutture di ricerca (2018-2019)

Potenziamento delle strumentazioni tecniche ed informatiche per rendere i laboratori maggiormente competitivi, anche attraverso risorse già disponibili (finanziamenti del Dipartimento, progetto d'Ateneo Alma Attrezzature). 

Didattica

Sarà attivata una Laurea Magistrale Internazionale (2020-2021) con lo scopo di attrarre  studenti internazionali di alto livello. La LM, "Master in Contemporary Psychology", si distinguerà nel contesto nazionale per il carattere fortemente originale e innovativo dei contenuti e dei metodi formativi, proponendo una forte sinergia tra ricerca, didattica ed interventi in ambito psicologico. I contenuti verteranno sulle tematiche del programma di sviluppo dipartimentale e saranno veicolati anche attraverso l'uso di didattica non tradizionale (moduli progettuali, esperienze dirette accanto ai ricercatori, seminari laboratori e workshops), tenendo conto della dimensione internazionale della platea degli studenti.
Sarà data maggiore cura alle competenze "trasversali" (potenziamento del pensiero critico, abilità comunicative, abilità cooperative nel team work) oltre ad altre competenze digitali. Questa offerta formativa sarà strategica sia per la preparazione ad un percorso di ricerca di dottorato internazionale, sia per un percorso professionalizzante internazionale di intervento sulla realtà sociale, formando professionisti psicologi con forti basi metodologiche, capaci di affrontare, con pensiero critico e nuove metodologie, problematiche emergenti nella società attuale caratterizzata da rapide trasformazioni.

Programma di Visiting Professors (2020-2022).

Il programma si aggiungerà ai programmi competitivi già presenti presso l'Ateneo (Istituto Studi Avanzati ) e permetterà di raggiungere una media di 4 visiting professor l'anno che svolgano un periodo di studi e insegnamento presso il Dipartimento.


Internazionalizzatione del Dottorato in Psicologia (2018).

Adozione della lingua inglese anche per il curriculum in Scienze Psicologiche del Dottorato in Psicologia in aggiunta a quello già esistente in Cognitive Neuroscience. Inoltre saranno arricchite le attività formative del Dottorato di ricerca inserendo corsi multidisciplinari sulle tematiche strategiche del programma di sviluppo del Dipartimento, in modo da ampliare la ricerca interdisciplinare e l'interazione tra ricercatori di settori differenti e potenziare le abilità dei dottorandi nel condurre attività di ricerca in linea con gli obiettivi strategici dipartimentali.

Premialità (2019-2022) per la produzione scientifica di elevato impatto e la partecipazione a bandi di finanziamento per la ricerca.

Terza Missione (2019-2022). Rafforzamento dei collegamenti tra sapere accademico e realtà sanitaria, economica e sociale locale, nazionale e internazionale e trasferimento di conoscenza alla società attraverso attività di ricerca, disseminazione, consulenza e formazione, nelle aree tematiche del progetto apportando un contributo concreto sui fattori di prevenzione e promozione della salute e del benessere psicologico e dell'inclusione sociale come condizioni fondamentali per un assetto sociale piùarmonioso e cooperativo.

Torna su